Le intolleranze alimentari


Le intolleranze alimentari

“Essere o non essere”, questo è il dubbio amletico ma è anche il nostro quando – dopo pranzo – ci prende la pesantezza alla testa, oppure stati infiammatori invadono il nostro corpo. Cosa sarà? Cosa sarà stato? Avrò mangiato qualcosa che mi ha fatto male?
Tra le cause più comuni degli stati infiammatori diffusi c’è – udite udite –il cibo!
Molte intolleranze alimentari, cioè le reazioni di ipersensibilità ad alcuni cibi, causano malessere addirittura come un lento avvelenamento. I sintomi possono essere numerosissimi e molto diversi.
Emicrania, dermatite, gonfiore, mal di testa, mal di pancia, nervosismo, mancanza di concentrazione e tanti altri effetti collaterali, ma benché le intolleranze alimentari siano molto diffuse, il loro studio non è ancora completamente accettato dalla medicina ufficiale.
Allora il primo consiglio è: scegliete con attenzione le vostre pietanze, cosa mangiare e come nutrirvi.
E poi – se la medicina ufficiale non lo riconosce – proviamo e sperimentiamo per credere!
Cambiamo, integriamo, miglioriamo e se ci viene voglia passiamo da Raspa in via Sandro Pertini 18 a San Salvo ad assaggiare un po’ di pane di solina o di saragolla o di mais o ai semi e ai cinque cereali e sperimentiamo nuovi e sani modi di nutrirci e nuovi sapori.

C'è 1 comment

Add yours