Panetteria Raspa, sinergie nel nome della genuinità


Panetteria Raspa, sinergie nel nome della genuinità

Lavorare la campagna, avere sempre cibi freschi e di stagione.
Faticare nell’orto da mattina a sera per vedere poi, da un seme, nascere cibo di qualità e dal sapore unico.
Quanti ricordi hai di quei momenti?
Quante volte i tuoi genitori o nonni ti hanno fatto vedere e toccare con mano Madre Terra dalla quale tutto nasce?
Oggi sono solo ricordi…

Non sempre e non per tutti. Per noi tutto questo è ancora realtà: da contadini, di generazione in generazione, siamo arrivati a creare la grande realtà della Panetteria Raspa senza dimenticare gli insegnamenti dei nostri avi.
E’ grazie a loro che oggi la nostra azienda è una realtà affermata sul territorio.
Dal 1960 panifichiamo, ma da circa un anno abbiamo convolato a nozze con l’azienda agricola Borgo San Biase di Antonella Vicoli. Sposati nella vita e nel lavoro.

E, a proposito di collaborazioni, e sinergie, c’è un evento al quale ti invitiamo a partecipare.
Il 22 novembre prossimo (ore 16,30), nell’ottica della valorizzazione delle opportunità di genere nel settore agricolo, a Lanciano, il convegno Management è donna promosso e fortemente voluto dalle Donne in campo della CIA. Dove? Al Palazzo degli Studi di Lanciano in aula magna, condivideremo le strategie imprenditoriali da utilizzare per una nuova imprenditorialità come opportunità di genere.

E cosa accade quando le forze si uniscono?
Raddoppiano? No, si evolvono
Cambiano veste. Diventano una forza esplosiva, perché l’energia, le idee, il tutto si autorigenera.

E da qui la nascita di numerosissimi prodotti: la pasta di saragolla con i grani del borgo, i legumi, l’olio evo, i pomodori, tutto verso la produzione.
Una produzione bio, vegan o come vuoi chiamarla sempre nel segno della genuinità delle materie prime a Km Zero.
Qualche esempio?

Le nostre farine:

“Farina di Saragolla, antica varietà di grano duro, rispetto ad altri tipi di frumento, dato che in passato esistevano solo concimi naturali, ha sviluppato una particolare rusticità e un’altezza tale che le consente di competere con le erbe di campo; per questo motivo, si presta molto bene alla coltivazione di tipo biologico. Possiede un’eccellente fonte equilibrata di carboidrati, fibre, proteine, acidi grassi essenziali, vitamine e minerali quali selenio, magnesio e zinco. La pasta di casa Raspa, si distingue per l’ottima tenuta in cottura e per il sapore speziato ed intenso ma allo stesso tempo delicato, che consente di riassaporare quei gusti antichi e incontaminati di un tempo che rischiavano di scomparire!”.

L’olio Evo:

“è amico del cuore, perché le sue sostanze grasse sono le più attive per la prevenzione dei disturbi cardiovascolari; è amico della circolazione, perché è povero di grassi saturi ed è capace quindi di regolare i livelli di colesterolo nel sangue e di contrastare l’occlusione delle arterie, l’arteriosclerosi e l’infarto del miocardio; è amico del colesterolo, ma quello “buono”, l’HDL, perché il suo acido oleico è in grado di ridurre il colesterolo “cattivo”, l’LDL, e di ridurre il rischio di ictus, trombosi e coronaropatie in genere; è amico della pelle, perché dall’olio biologico si ricavano tantissimi prodotti cosmetici come creme viso e corpo o oli per massaggi, che hanno proprietà nutritive e idratanti per la pelle e un basso rischio di provocare allergie, grazie all’assenza di additivi chimici; è amico della giovinezza, perché l’olio lavorato secondo le regole della produzione bio contiene una maggiore quantità di sostanze antiossidanti che svolgono una funzione di antinvecchiamento.”

Il lievito madre:

“Lievito madre: “Lievito Naturale, Pasta Madre, Pasta acida: quanti modi per dire la stessa cosa? Ma un nuovo modo per sperimentare, Michele, lo ha cercato, imparato e, ora, realizzato. Sì, realizzato come un sogno che si avvera, come un obiettivo di carriera professionale, come una evoluzione verso il buono e verso il benessere. A San Salvo il nuovo pane con l’alchimia del lievito madre mantenuto in acqua e maturato per 16 ore per fare abbassare l’acidità, il pane poi impastato e fatto lievitare ancora, una apoteosi di sensazioni! Lui e Antonella hanno a cuore le stesse cose: la bontà, il gusto e la qualità prima di tutto.”

I pomodori:

“Dare l’acqua alle piante tutti i giorni al calar del sole, controllare la maturazione e raccoglierli, schiena china, vento tra i capelli e tanto lavoro per la passata di pomodoro. Prima fase: tutt’altro che facile, tutti i pomeriggi in campagna al borgo San Biase ci rechiamo nell’azienda agricola di Antonella e lì ci prendiamo cura degli ortaggi che utilizziamo sulla varietà di pizze e in cucina. Seconda fase: preparare i pezzetti, i pelati e la passata di pomodoro, ma quanto lavoro!”.

Insomma, lavoriamo con le nostre mani la terra per crescere e regalarti cibo di qualità e donarti benessere a tavola.
Vuoi conoscere la nostra realtà?
Assaggiare i prodotti che prepariamo?
Sei vegano? Non c’è problema, abbiamo in certificato di azienda VeganOK!

Se sei un buongustaio, ami stare a tavola nel benessere, vieni a trovarci a San Salvo in via Sandro Pertini 1, per un pasto salutare e genuino.

Porta aperte per te e chi vuoi tu!

C'è 1 comment

Add yours